Il Femminile Sacro

 

Costellazioni Familiari, Archetipiche, Astrologiche

IL MASCHILE SACRO

16 ore di didattica teorico-pratica nell'arco di due giorni

 

Oggi si considera la donna un essere
che ha bisogno dell’uomo che si prende cura di lei.
Allora dico: ‘non è una donna, è un essere svantaggiato.
Secondo me, la vera donna è colei che salva il mondo,

che possiede le chiavi della vita e attraverso la quale
si manifesta la nobile e potente forza dell’amore, colei che porta la vita.
Quindi, la salvezza del mondo dipenderà dalla donna [....]
Allora, quale dovrebbe essere il fine a cui devono mirare la società contemporanea e gli Stati contemporanei?
E’ quello di elevare la donna. Elevate la donna al rango che occupava prima!
Mettetela al livello in cui era all’origine e vedrete che in 25 anni il mondo migliorerà.
La salvezza del mondo è nell’elevazione della donna.
Se non elevate la donna, o se lei non eleva se stessa, non si avrà la salvezza.
Quando parlo di elevazione della donna, penso che questa idea debba impregnare la vita stessa,
diffondersi non soltanto tra gli uomini, ma anche tra gli animali,
le piante ed i minerali e conquistare completamente il cuore umano...”

Peter Deunov (Bulgaria, 1864-1944)

 

Nelle civiltà antiche della Grecia e d'Egitto, la Donna preservava e proteggeva l’atmosfera dei templi e delle città. Era la Guardiana del Fuoco Sacro del focolare o del tempio, protettrice di questo culto, o l’Iniziatrice ai Grandi Misteri della Madre Divina (la Natura), e tutta la sua sessualità e psicologia avevano origine da questo rapporto intimo con la Vita.

Fin dal Paleolitico, l'irresistibile esigenza umana di ricercare un “Principio”, che desse ragione del mondo, del mistero della vita... ebbe come esito la creazione di un archetipo "Femminino", una divinità onnipotente, che crea da se stessa, una Grande Madre, dea senza volto simbolo della terra, della fertilità della donna e dei campi e di tutto il creato. La Terra come la Donna erano considerate sacre così come lo erano i suoi organi genitali, il suo utero, le sue forme, la Donna per molti anni è stata rispettata, divinizzata, ascoltata e venerata.

Al giorno d'oggi molte cose sono cambiate, avvenimenti storici, conquiste, tabù, guerre, sfruttamenti, durate anni ed anni, ed il passaggio da società Matriarcali a Patriarcali hanno imposto una repressione ai potenziali del Femminile che non ha agito solo a livello sociale e politico ma anche negli strati più profondi dell'inconscio. Da sacra, talentuosa e magica la Donna e con lei il suo corpo ed il suo potenziale comincia ad essere percepito come debole, fragile, instabile e in alcuni casi “demoniaco”.

Questo ha fatto si che molto spesso è il Femminile Sacro ad essere poco presente sia nella donna che nell'uomo, perché per secoli è stato negato.

In ognuno di noi, uomini e donne vi è sia una parte maschile sia femminile. Spesso queste due parti non sono in armonia e per questo, nascono problemi in noi stessi e nella relazione di coppia e con gli altri. Il conflitto interiore sorge quando una polarità non lascia spazio all'altra di esprimersi, predomina sull'altra o è ferita, schiacciata dall'altra. Anche gli uomini stessi, per secoli, sono stati privati del loro femminile così come lo sono state le donne.

Il più grande aiuto per riequilibrare il maschile e il femminile è certamente quello di portare alla luce il femminile che c'è in ognuno.

Molte donne nonostante l'emancipazione sociale apportata dal movimento femminista, vivono in modo conflittuale e insoddisfacente il loro corpo, la propria sessualità, il rapporto con l'altro sesso e con la propria femminilità. È necessario innanzitutto prendere consapevolezza dei blocchi che ogni donna ha ereditato storicamente e lavorare in modo progressivo per il loro scioglimento. Riconoscere a noi stessi che siamo quasi completamente vincolati dagli irretimenti familiari, dai condizionamenti sociali, culturali, religiosi e dai voti di castità, povertà, obbedienza, presi dai nostri antenati o da noi stessi nelle vite precedenti.

I condizionamenti sociali e culturali hanno creato un vero e proprio tabù su temi come la sessualità, il ciclo mestruale, sulla percezione dei genitali femminili ad esempio, e sono solo alcune delle numerose restrizioni e limitazioni che abbiamo ereditato storicamente e per quanto possiamo pensare di averle superate, tutte queste informazioni lavorano profondamente in ognuno di noi.

Tuttavia per incontrare pienamente il Femminile Sacro, il principio creativo della vita, dobbiamo essere pronti ad affrontare la sua rabbia, il dolore che le è stato procurato da tanti abusi. Per secoli la nostra cultura ha represso il suo potere naturale, ha incendiato i suoi templi, ucciso le sue sacerdotesse, ha emarginato e mercificato il suo essere. Dare il benvenuto al femminile significa riconoscere ed accettare questo dolore e questa rabbia, riuscendo però a non identificarsi con questa sofferenza rischiando altrimenti di proiettare ira e odio ma riconoscendo che la vera trasformazione, come ogni nascita, richiede tanta oscurità quanta luce. Solo allora sarà possibile accedere a tutti i tesori racchiusi dentro il mondo femminile e risvegliare quella Sacralità farla nostra e portarla nel mondo.

 

Questo corso è parte del progetto nato alla Città della Luce

FEMALIA Dea Donna Madre

Femalia è un progetto che si interessa della dimensione del Femminile Sacro e della Maternità che ha come scopo di promuovere la Crescita Personale ed il Miglioramento della propria e altrui Vita attraverso la condivisione profonda, corsi, cerchi, incontri, eventi e informazione consapevole, rivolto a donne e uomini.

L'intenzione è quella di aumentare la consapevolezza del potere femminile legato al corpo, alla terra, al ciclo lunare e mestruale, diffondendo la sacralità del sangue. Favorire la socializzazione, la fiducia, la condivisione tra donne dell'esperienza ciclica, post ciclica, della maternità e della sessualità, favorendo il reciproco sostegno. Accrescere nelle donne la capacità di vivere la maternità da protagoniste, secondo il proprio sentire, la propria cultura ed i bisogni personali. Potenziare l'autostima, la fiducia in sé e il senso di competenza genitoriale, rafforzando la capacità di ascoltare, osservare e riconoscere le esigenze proprie e quelle del bambino. Migliorare l'equilibrio di coppia durante il periodo pre, post e peri natale.

Il sogno è che ogni Donna possa liberarsi dai condizionamenti sociali, religiosi e familiari di stampo patriarcale, risvegliando la propria autorità e potere personale nel ruolo di donna e madre e che ogni Uomo possa aprirsi al proprio potere e successo personale sviluppando doti sensibili e sensitive non di dominio e supremazia, nel proprio ruolo di uomo e padre. Ogni individuo darà così alla luce figli e progetti nati con Amore e Consapevolezza che andranno nel mondo con un'Energia di Pace, Sicuri e Fiduciosi.

A chi si rivolge

Il corso è rivolto a tutte quelle donne e uomini che vogliono riscoprire la propria femminilità, conoscere e riconoscere i propri blocchi e processi a livello personale e sistemico nei confronti del femminile, incrementando la fiducia in se stessi e nel rapporto con gli altri.
Agli studenti della Scuola Olistica, agli Operatori e Counselor Olistici.

Obiettivi del Corso

Acquisire una adeguata conoscenza delle leggi che governano la Coscienza Individuale, Familiare e Collettiva rispetto al Femminile.
Sciogliere i blocchi energetici legati all'Albero Genealogico grazie all' Approccio Sistemico-Fenomenologico. Individuare e rimuovere gli ostacoli che impediscono un sano e migliore rapporto con il proprio corpo, la propria sessualità, il proprio ruolo sociale ed il proprio potere personale.
Recupero delle specificità Femminili per la riscoperta del benessere Femminile, dell'armonia e dell'equilibrio personali.

Requisiti

Apertura mentale, interesse e disponibilità all'apprendimento e disponibilità nell'esplorare i linguaggi proposti.

Programma

* Presentazione dei/delle partecipanti
* Cenni Storici; Origine del Mondo dal Matriarcato al Patriarcato
* La figura della Donna nella storia; Donne simbolo, Miti, Archetipi, Sciamane e Streghe
* Donna e Natura, alle radici di uno stesso dominio
* I principi del Femminile Sacro
* Le doti divine; Accoglienza, Nutrimento, Arte, Sensualità, Medianità, Pace
* L'Energia Femminile nell'Albero Genealogico
* Psicogenealogia e Costellazioni Familiari
* La Luna e la Venere nel Tema Natale
* Conoscere l'apparato genitale femminile
* La Sessualità e l'orgasmo come processo creativo
* Sacralizzare il femminile attraverso il proprio corpo
* Visualizzazioni creative sul femminile
* Esercizi per conoscere il proprio corpo fisico ed energetico
* Condivisione di sensazioni fisiche, mentali, emozionali, sogni e relazioni
* Esercizi di Co-Counseling, ascolto profondo all'interno della relazione con un'altra donna

Quote di partecipazione

per i corsi che si tengono presso le sedi dell'Associazione Culturale "La Città della Luce":

100€ per la partecipazione ad un solo giorno di seminario (90€ per i soci che ripetono)
180€ per la partecipazione all'intero seminario di due giorni (160€ per i soci che ripetono)

 

Il seminario è tenuto da Tirtha Chiara Brunetti

professionista disciplinato ai sensi della legge 4/2013

 

Prossime date in programma

Di seguito sono elencate le prossime date del Seminario "Il Femminile Sacro" e degli eventi del comitato Femalia

Come partecipare

Per iscriversi al Seminario di Costellazioni Archetipiche. è possibile utilizzare il servizio di Iscrizione Online, cliccando su "Iscrizione" a fianco della data scelta:

Iscrizione Online

oppure seguire le istruzioni riportate nella pagina Come Partecipare.

 

Per maggiori informazioni
 

+39.071.7959090

info@lacittadellaluce.org

 

Richiedi Informazioni

I campi contrassegnati da un asterisco (*) sono obbligatori

 

Contatti

info@archetipi.org

 

Telefono +39.071.7959090
Chi Siamo

 

 

Seguici su Facebook

 

Newsletters